IL MERCOLEDI’ E’: LA PAROLA ALL’ESPERTONE – 50 SHADES OF DR DEALGOOD

Dato che siamo tutti espertoni, tutte nonne, e che hoancheunlavorononèchetuttoquestotempodiscriveremillepos…EHM che vi amo, inauguro questa settimana la rubrica del mercoledì “La Parola all’espertone”!

Ogni mercoledì pubblicherò una recensione fatta da voi, mie nonnine, che potrete stilare seguendo le domandine che vi manderò in privato per aiutarvi a tirare fuori il peggio che c’è in voi.

Quindi cosa aspettate? Scrivetemi nei commenti o in privato il vostro interesse a partecipare, e il nostro generatore randomico di film vi sceglierà una pellicola a caso da visionare e commentare, e la vostra recensiona diventerà pubblica!

Potrete vantarvene con gli amici del calcetto, mostrarla con orgoglio alla mamma, incorniciarne una copia stampata e appenderla in ufficio…oppure anche dimenticarvene il giorno dopo, io non giudico.

Il primo fortunato eletto è il mio primo commentatore e caro amico Dr Dealgood, al quale il nostro sistema del tutto casuale ha scelto un film adatto ad uomo vero d’altri tempi: 50 Shades of Grey.

Dato che sono un’insostenibile impicciona con tendenze maniacali al controllo, troverete in corsivo i miei interventi.

PRONTI? GOGOGOGOGOGO!

1) Ciao Amico espertone. Parlami di te in 3 parole.  E dimmi anche il tuo nome, che sia vero o lo pseudonimo che usi sul fanclub delle Winx.

Dr.Dealgood al tuo servizio. Come il magistrato/imbonitore da cui prendo il nome, emetto improbabili sentenze in ossequio a leggi e tradizioni a volte sensate a volte completamente deliranti.

2) Dicci cosa ti rende una Nonna cinematografica: qual è il tuo superpotere? Non sai ricordare nemmeno un nome di un personaggio neanche a caso? Le tue supposizioni sul finale di un film sono così sbagliate che  sei attualmente sotto studio della NASA? Ti addormenti ai titoli di testa di qualsiasi pellicola, anche con la testa infilata nella spia del dolby surround? 

Superpotere? Senza dubbio la scimmia. Ho una scimmia bipolare. Sono capace di esaltarmi come un bambino la mattina di natale alla visione del primo trailer, essere colto da turbe omicide alla vista del secondo trailer, ed uscire indifferente dalla sala. Potete scambiare l’ordine delle reazioni a piacimento, di sicuro c’è stato qualche film che ha causato quella specifica combinazione di reazioni.

3) Come sai il film da recensire viene scelto a caso da un generatore randomico di ultima generazione, programmato sui parametri della legge di Murphy. Come ti senti in merito alla scelta della tua pellicola? In che mondo senti che tu e questo film siete collegati?

50 Sfumature di schif… ehm, di grigio. Era destino che ci si dovesse fronteggiare. Quando mi è stato proposto di discutere un film ho subito percepito un tremito nel lato oscuro della Forza, confermato poi dall’annuncio del film.

(Sono innociuente.)
(Sono innociuente.)

Io e questo film siamo agli antipodi: io sono una persona semplice, amo il romanticismo e le esplosioni, e questo film manca di entrambi; ho sempre avuto qualche difficoltà con gli adattamenti cinematografici da altri media,specie se non provavo un amore viscerale per il materiale originale, e questo è un adattamento da un libro che non mi ha mai preso.

Quale libro? Quello non è un libro.E’ un agglomerato di parole che puro caso è finito per avere un senso.

4) Riassumi la trama in poche righe, dandoci il senso vero di ciò che accade secondo te. La trama può anche non essere fedele alla realtà, checcefrega, siamo nonne.

E’ possibile inserire una gif animata di un rotolacampo spinto dal vento? No, perché a me quando si parla di questo film viene in mente questa immagine.

Certo che si può!

Seriamente, se togliamo la parte torbida la trama è di un banale imbarazzante: lei incontra lui e crede di aver trovato il principe azzurro; se non che, come il 97,8% degli uomini,lui non è il principe azzurro, ANZI(in questo caso poi siamo mooolto lontani…); Seguiranno casini.

Questo per farla molto breve. A meno che non abbiate vissuto su Marte negli ultimi dieci anni, con tutto lo scalpore e il polverone scatenato dal libro prima e dal film poi saprete tutti benissimo la natura particolare della relazione che si instaura tra i due protagonisti.

E’ la classica storia d’amore: Ragazza incapace e totalmente goffa incontra ragazzo immotivatamente ricco e bello, ragazzo immotivatamente ricco e bello si innamora di quanto la ragazza inciampi e cada anche da ferma, ragazza e ragazzo firmano un contratto BDSM, ragazza pensa che ragazzo si innamorerà di lei e non vorrà davvero fustigarla con il cavo dell’antenna TV, ragazzo la porta senza motivo a fare un giro su un velivolo solo per far capire a tutti noi QUANTO è ricco MA! poi la fustiga lo stesso con il suddetto cavo dell’antenna TV, ragazza che ha firmato un contratto proprio su quello si indigna e se ne va.

AH, L’AMORE.

5) E ora…scatenati: In circa 10 punti, comunicaci perché guardare questo film, cosa notare, cosa ti è piaciuto e cosa no.  E se hai qualche curiosità (vera o presunta), illuminaci.

-Visto che scriviamo da nonne per nonne, mia nonna diceva che se la radice non è buona la pianta non può venir su dritta. Stiamo parlando di un film adattamento di un romanzo che è la riscrittura di una fan fiction ispirata a Twilight scritta su un Blackberry.

-Questo film è un esempio di perché gli adattamenti tra vari media non sempre funzionano a dovere. Lasciatemi fare il più classico degli esempi: due amanti novelli si dichiarano e decidono di consumare il loro amore. In un libro tipo Harmony descrivere questo episodio richiede almeno un intero capitolo, carriolate di descrizioni, riflessioni, dettagli, parole, ecc… per permettere al lettore di farsi il suo teatrino mentale. E intanto costruirsi il teatrino mentale porta via parecchio tempo al lettore. In un film tutto questo di solito viene liquidato con i due che limonano sulla scogliera, dissolvenza, i due che si ammucchiano su una pelle d’orso davanti al caminetto accesso, telecamera che glissa sulla finestra, dissolvenza. Due minuti scarsi di film ed è tutto finito.

Qui è successo esattamente questo; non perdi tempo a descrivere oggetti, azioni, luoghi, persone: li fai vedere e via, immediato, fine, si passa all’azione.

Molto materiale originale non è sopravvissuto questo trattamento nel passaggio da libro a copione, e anche quello che è passato è stato edulcorato per ottenere un rating da blockbuster. E questo l’hanno poi pagata all’uscita: ok, ha incassato i suoi bei miliardi al box office (quando fai l’operazione commerciale di adattare un bestseller la gente va al cinema a vederlo, garantito), ma a livello di critica e commenti è stato massacrato. Razzie award ex aequo con Fantastic 4. Non aggiungo altro.

– In un paio di occasioni il film mi ha provocato un facepalm così potente da fratturarmi ossa della mano e della fronte. Capisco che devi dipingere Anastasia come una ragazza un po’ semplice e sprovveduta (la vittima perfetta da dare in pasto a Grey), ma qui si esagera:

Lui le ha appena spiegato i suoi gusti particolari e che non ha mai avuto una relazione normale neanche con la fidanzatina dell’asilo e lei rimane, ma fa niente; Lui le fa fare il giro della casa e davanti ad una porta le dice che quella è la stanza dei giochi e lei, invece di iniziarea a correre come se dovesse inseguire l’autobus di Speed,chide “Cioè, qui ci tieni l’x-box e la playstation?”

MA HAI ASCOLTATO PRIMA QUANDO PARLAVA O ERI TROPPO IMPEGNATA A SBAVARE?

-Il momento della firma del contratto è epico: si trovano poi per discutere di un contratto che lei avrebbe già dovuto leggere. Lei inizia con fare abbastanza serio, come si discute un normale contratto, al che lo spettatore pensa “Oh!, finalmente la ragazzina si è data una svegliata!”

(ricordiamo che intanto è passata più di un’ora dall’inizio del film, in cui lei ha dato a te spettatore molteplici occasioni di desiderare di chiuderle la testa tra porta e stipite).

Lo nota anche mr. Grey, che le fa un apprezzamento sul fatto che stia prendendo con serietà la cosa.

E LEI INIZIA SUBITO A SQUAGLIARSI COME BURRO AD AGOSTO, e ciaone maschera da persona seria. Discutono delle pratiche non ha capito. Tutto quello che viene nominato bastava una velocissima ricerca su google per farsi un’idea, un paio addirittura bastava aprire il dizionario. E meno male che voleva darsi un tono serio e professionale!

L’80% delle cose nominate chiunque di noi le conosce già dalla 1° media: dove l’hanno cresciuta, in una comunità Amish?

-La colonna sonora è ben fatta, se dovessi salvare solo una cosa di questo film, la mia scelta ricadrebbe senza dubbio su di lei.

Sono perfettamente d’accordo: qui trovate la playlist dell’intera colonna sonora su youtube, tenetevi pronti a darvi alle Cosacce rigorosamente contro pareti o altre superfici scomode.

-Cosa accomuna Christian Grey, Bruce Wayne e Tony Stark? Soldi, il più incredibile superpotere dell’universo.

50-shades-3

-Girare questa serie di film sta costando parecchi grattacapi con la moglie al coprotagonista Jamie Dornan.

-Questa è per il futuro: fidanzati del mondo intero, se la vostra bella vi chiede di andare di vedere questo film o gli inevitabili sequel, fatelo. Saranno due ore di fastidio, lo stesso fastidio di indossare scarpe troppo strette,ma intanto accumulerete un credito karmico incredibile, da riscuotere non appena esce un film che voi volete assolutamente vedere. Se vi servono consigli per superare due ore di supplizio, la padrona di casa ha scritto una guida di sopravvivenza QUI.

Giuro che questa cosa di citarmi è stata una sua idea. Ma vincerà comunque una stella dorata in pannolenci per quest’atto.

-Il trailer del sequel ha ottenuto il record del maggiore numero di visualizzazioni in 24 ore.

50-shades-4

Post correlati

LA CORAZZATA POTEMKIN,...

  Inizia oggi la prima recensione dedicata ai giovedì “Throwback...

Il lunedì è: I film...

  Devo essere sincera, non avevo molta voglia di vedere The Martian, finchè non...

CINEMA D’ESSAI...

  Nella lunga strada che porta alla Conoscenza cinematografica conlacimaiuscola, è...

GIOVEDI’ TBT – La...

Mie carissime nonnine, è con estremo orgoglio ed estrema gioia che dedico il secondo...

SUPERCLASSIFICAFRIDAY: SUE...

Amici, nonne, nonni. E’ venerdì, e dopo una settimana di lavoro alcuni di noi si...

SUPERCLASSIFICAFRIDAY: SUE...

Come è andata la vostra settimana, miei spostati di casa preferiti? Siete sopravvissuti...

Lascia un commento